Salta al contenuto principale

Giocatrice dilettante aggredisce arbitro

Basilicata

Una calciatrice dilettante ha aggredito l’arbitro durante una partita valida per la Coppa di Calabria, prologo del campionato femminile di Serie C

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

Un episodio non isolato nella domenica calcistica calabrese che ha visto altri due arbitri aggrediti. Il fatto, secondo quanto riportano oggi Il Quotidiano della Calabria e La Gazzetta dello Sport, è accaduto a Sellia Marina, nel catanzarese, durante la sfida fra i padroni di casa e il Cus Cosenza. La giocatrice cosentina Veronica Plateroti avrebbe aggredito l’arbitro Giovanni De Marco di Lamezia Terme, prima di essere spinta a terra a sua volta. La giocatrice, secondo quanto riferisce il giornale, al termine della partita, ha detto di essere stata pesantemente insultata dall’arbitro, che, da parte sua, ha smentito la circostanza. L’incontro è terminato regolarmente. Nel campionato di Seconda categoria, invece, durante Rovito-Artemisia, nel cosentino, l’attaccante Presta, dell’Artemisia, prima si è scagliato contro un compagno, poi al gol dei padroni di casa ha abbandonato il campo, gettando la maglia a terra. Quando l’arbitro Giuseppe Farana, della sezione di Cosenza, lo ha ammonito per la seconda volta espellendolo, il giocatore lo ha aggredito prima di essere bloccato dagli altri atleti. Il terzo episodio è accaduto a Falerna, nel catanzarese, dove la partita Falerna-Oratorio Beato Frassati è stata sospesa al 35' del secondo tempo, dopo che l’arbitro Albi di Catanzaro è stato colpito da un pugno sferrato da un tifoso che ha invaso il campo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?