Salta al contenuto principale

Neonata trovata morta

Basilicata

Il corpo di una neonata di appena due settimane, è stato trovato dai Carabinieri nell'abitazione di una coppia, nel quartiere Gagliano di Catanzaro

Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

I carabinieri stanno indagando sulle cause della morte di una neonata di due settimane, trovata cadavere nella sua culla in un’abitazione di Catanzaro, nel quartiere Gagliano. Secondo una prima ricostruzione, i militari sarebbero intervenuti nell'abitazione della piccola per una segnalazione che avvertiva di una lite tra i genitori, un elettricista ed una casalinga. Giunti sul posto e sedata la lite, i carabinieri hanno trovato la neonata morta nella culla, anche se le cause del decesso non sono state ancora accertate.
La piccola sarebbe morta a causa di alcune lesioni subite alla testa, dopo che la madre l’ha scaraventata a terra. La Procura della Repubblica di Catanzaro, che coordina le indagini, ha disposto comunque l'autopsia. Morena Loprete, 20 anni, è così accusata della morte della figlia di due settimane e del ferimento del marito Rosario Donato, 23 anni, e si trova ora in stato di arresto.
Il padre della piccola, si trova ricoverato all’ospedale «Pugliese» di Catanzaro, nel reparto di chirugia, a causa di due ferite, all’orecchio ed al torace, che potrebbero essere state provocate da un coltello. Le sue condizioni non sono gravi, per questo i carabinieri potrebbero sentirlo già in mattinata. La madre, invece, si trova davanti ai militari dell’Arma che stanno tentando di ricostruire l’accaduto. A ferire l’uomo, sempre secondo le notizie che trapelano, sarebbe stata proprio la moglie nel corso della violenta lite.
Nella villetta del quartiere Gagliano, inoltre, i carabinieri hanno trovato numerose tracce di sangue. Il corpo della neonata di due settimane, trovata morta nella sua abitazione di Catanzaro, presenterebbe «lesioni particolari» compatibili con la possibilità che la madre l’avrebbe lanciata a terra dopo aver avuto una violenta lite con il marito. I vicini infine, hanno raccontato di numerosi e frequenti litigi tra la coppia. Altre persone che risiedono nella zona hanno raccontato di non sapere che la donna fosse incinta e che si sono accorti della nascita della bambina solamente dopo aver visto il fiocco rosa attaccato alla porta d’ingresso dell’abitazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?