Salta al contenuto principale

De Magistris: Salerno dissequestra atti Why Not

Basilicata

Stamane negli uffici della Procura generale di Catanzaro tutti i magistrati che seguono i vari filoni di inchiesta di Why Not sono al lavoro. L’attesa è per la notorietà di alcuni degli indagati

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Sono stati dissequestrati gli atti dell’inchiesta Why Not che erano stati posti sotto sequestro dalla Procura di Salerno. Gli atti dell’inchiesta non sono ancora tutti nella disponibilità dei magistrati della Procura generale di Catanzaro perchè il personale della polizia giudiziaria di Salerno sta ultimando la copia della documentazione che sarà acquisita nell’inchiesta della Procura campana nata dopo le denunce dell’ex pm di Catanzaro Luigi De Magistris. Stamane negli uffici della Procura generale di Catanzaro tutti i magistrati che seguono i vari filoni di inchiesta di Why Not sono al lavoro. Si sta in particolare valutando, secondo quanto si è appreso, la possibilità di chiudere le indagini prima che tutti gli atti vengano restituiti oppure di attendere la conclusione dei lavori della polizia giudiziaria di Salerno. Nel primo caso sarebbero inviati gli atti di chiusura indagine (una sorta di anticamera della richiesta di rinvio a giudizio al Gip) e gli eventuali proscioglimenti. L’attesa è per la notorietà di alcuni degli indagati tra cui l’ex premier Romano Prodi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?