Salta al contenuto principale

Sgomberate case popolari occupate abusivamente

Basilicata

Nell’intervento, sono impegnati anche funzionari del Comune e dell’Azienda territoriale per l’edilizia popolare

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

Un’operazione della Polizia di Stato è scattata questa mattina, alla 6.30, in viale Isonzo, a Catanzaro, per lo sgombero di 26 appartamenti di edilizia popolare occupati abusivamente da famiglie rom del capoluogo calabrese. Sul posto, a supporto degli agenti, sono intervenuti anche militari della Guardia di finanza e dei Carabinieri; vigili del fuoco, e agenti di polizia municipale. Presenti anche operatori dei servizi sociali del Comune di Catanzaro, data la presenza di alcuni bambini. Alcune persone, circa una decina, sono state condotte in Questura per gli accertamenti e gli eventuali provvedimenti del caso. Il provvedimento di sgombero è stato emesso dal sindaco del capoluogo di regione, Rosario Olivo.
Nell’intervento, che vede impegnati anche funzionari del Comune e dell’Azienda territoriale per l’edilizia popolare, sono state mobilitate anche alcune ditte di trasporto per il trasferimento in altri luoghi delle suppellettili e del mobilio sistemato abusivamente all’interno degli appartamenti. Sono diversi i nuclei di etnia rom, in qualche caso provenienti da diverse zone della provincia di Catanzaro e dall’intera regione, trasferitisi nel capoluogo calabrese e insediatisi all’interno degli appartamenti, nella parte sud del capoluogo regionale in viale Isonzo, a scapito dei legittimi assegnatari.
Fino ad ora, sono stati dodici gli alloggi sgomberati; la situazione dell’ordine pubblico è costantemente monitorata ed al momento non vengono segnalati problemi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?