Salta al contenuto principale

Caso Arbea, replica Viti

Basilicata

Duro intervento dell'assessore Viti dopo l'inchiesta sulla doppia nomina del commissario. E il 24 agosto si insedia la commisisone di vigilanza

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

POTENZA - Duro intervento dell’assessore Viti dopo l’inchiesta sulla doppia nomina del commissario «Spero che non sia una furbata» Rinnovata fiducia a Golia. Il 24 s’insedia la commissione di vigilanza POTENZA - E’ tra gli ispettori nella commissione voluta da Viti e commissario nominato da Di Mauro. Per La Regione Basilicata deve controllare l’operato dell’Arbea, anche sui concorsi. Per l’Arbea fa il commissario per un concorso. Il Quotidiano ha pubblicato ieri, in esclusiva, la scoperta della doppia nomina del dirigente regionale Pasquale Golia. L’inchiesta ha sollecitato una serie d’interventi. Il primo è stato quello dell’assessore all’Agricoltura Vincenzo Viti. «Mi auguro che non sia un gesto di furbizia di qualcuno. Considero questa storia strana e sorprendente. Per mia indole - sostiene l’assessore all’agricoltura Vincenzo Viti - tendo a pensare che sia un equivoco in cui è incappato Golia. Sono certo, a questo punto, che Golia, al quale va tutta la mia fiducia, sceglierà, anche se si tratta di un incarico, come ha spiegato il Quotidiano, non remunerato, la commissione di vigilanza. E sono certo che nella commissione Golia farà bene il suo dovere. Ribadisco - continua Viti - che tendo a pensare che sia un equivoco. Anche perché il giorno in cui l’abbiamo nominato in commissione lui stesso non ha fatto alcun cenno alla possibile situazione di incompatibilità che, forse, si è venuta a creare dopo. Il 24 si insedierà la commissione. Verrà calendarizzata un’attività molto rigorosa». Parola di assessore.
f. a.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?