Salta al contenuto principale

Reggio: capotreno molesta viaggiatrice, arrestato

Basilicata

Il capotreno avrebbe tentato di violentare una giovane viaggiatrice straniera di 26 anni. L'uomo, un 56enne, è finito in manette

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Un capotreno delle Ferrovie dello Stato, L.G.A., di 56 anni, è stato arrestato dalla Polizia ferroviaria con l’accusa di avere tentato di violentare una ragazza straniera di 26 anni che viaggiava su un convoglio in transito sulla tratta Reggio Calabria-Villa San Giovanni.
L’arresto è stato fatto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria. I fatti contestati al capotreno risalgono allo scorso mese di gennaio.
Secondo l’accusa, l'uomo avrebbe aggredito la giovane straniera allo scopo di violentarla, palpeggiandola in varie parti del corpo e non riuscendo nel suo intento per la pronta reazione della ragazza, che è riuscita a divincolarsi. La giovane ha poi denunciato l’aggressione da parte del capotreno alla Polfer di Reggio Calabria, che ha svolto le indagini riscontrando le accuse della ragazza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?