Salta al contenuto principale

Potenza, soppresse due sedi dell'Anagrafe

Basilicata

Troppo costose e poco produttive. In tempi di crisi, l'attività si concentra negli uffici di proprietà comunale

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

POTENZA - In tempi di crisi, meglio tagliare. La giunta comunale di Potenza ha deciso la «chiusura delle sedi distaccate degli uffici demografici di via Nitti e di via Giovanni 23esimo». Nei due uffici «il modesto volume delle pratiche amministrative evase non consentiva un pieno utilizzo delle risorse umane impiegate, già peraltro opportunamente ridotte, ed inoltre veniva erogato un canone annuale di fitto per la sede di via Giovanni 23esimo che - spiega l'amministrazione - nell’ambito del programma generale di contenimento delle spese, si è ritenuto dover abolire. La soppressione è stata decisa considerata anche la vicinanza delle due sedi rispettivamente agli uffici anagrafici di via Nazario Sauro e di Sant'Antonio La Macchia. Da mesi presso le strutture interessate dalla chiusura non viene svolta alcuna attività anagrafica e non sono mai pervenute segnalazioni di disagio da parte dei residenti interessati».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?