Tempo di lettura < 1 minuto

I carabinieri della stazione di Cannavò di Reggio Calabria hanno tratto in arresto Giuseppe Barillà, 20 anni, con l’accusa di detenzione illegale di due fucili. Il giovane è stato tratto in arresto con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo, detenzione di arma clandestina e ricettazione, e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Durante un pattugliamento, disposto dal comando provinciale, i militari hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione del ventenne, sospettato di detenere illegalmente armi.
Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti un fucile cal.4,5 ed un fucile cal. 16 a canne parallele, quest’ultimo con matricola punzonata.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •