Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Il primato delle assenze in Calabria, e forse in tutta Italia, spetta al comune di Spezzano della Sila che, nel mese di marzo, fa registrare un aumento del 250% delle assenze per malattia.
È quanto emerge dai dati pubblicati sul sito del ministero dell’Innovazione e Pubblica amministrazione. Una media assenze (da febbraio a giugno) comunque al di sotto della media nazionale (-20,63% contro -27,4%). Ci sono, però, le eccezioni: l’amministrazione provinciale di Cosenza, infatti, eccelle nelle assenze, con una riduzione media del 55,12%. Nota dolente nelle consulenze è la ricerca. Sull’importo totale, infatti, alle ricerca è destinato appena il 2%. Sorprende, soprattutto, il dato nel settore scuole e università, dove è bassa anche la spesa nel comparto comunicazione. I dati indicano una forte concentrazione delle spese per consulenza nel comparto tecnico/legale, con l’80% sul totale. Anche la Asl di Crotone presenta dati contradditori: infatti la spesa per consulenze tecnico/legali è nettamente superiore a quella per prestazioni mediche (171.375 contro 7.131).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •