Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

Il personale della Polizia di Stato reggina ha arrestato un nomade italiano per furto in appartamento e tre rumeni per furto aggravato ai danni di un centro commerciale. Due le operazioni del personale di polizia; la prima nella nottata tra sabato e domenica, alle ore 2.30. Una segnalazione avverte di movimenti sospsetti di una persona in una impalcatura sita in un palazzo di via Tripepi.
Giunto immediatamente sul posto un equipaggio delle “Pantere”, sull’impalcatura è stato scoperto un uomo “armato” di piccone ed in possesso di una cassetta metallica solitamente utilizzata per custodire gioielli e valori.
Il sospetto, prontamente raggiunto e bloccato, nel corso della perquisizione è stato trovato in possesso di gioielli e denaro contante nonché altri documenti riconducibili alla vittima del furto.
Il proprietario dell’appartamento, contattato dal personale della Sala Operativa, ha riconosciuto gli oggetti rinvenuti indosso al sospetto. Rocco Barbetta è stato poi arrestato.
La seconda operazione di polizia invece, nel primo pomeriggio di ieri alle ore 14.00 circa, quando il personale di servizio in un centro commerciale di viale Calabria ha segnalato alla Sala Operativa della Questura la presenza, all’interno, di tre individui sospetti che si aggiravano tra gli scaffali. Anche in questo caso le “volanti” sono intervenute hanno fermato tre rumeni appena usciti dal centro commerciale, nel piazzale, corrispondenti alle descrizioni. Sottoposti a perquisizione personale, indosso ai fermati sono stati rinvenuti oggetti per un valore di circa € 150 sottratti all’interno.
A seguito della denuncia sporta dal responsabile dell’esercizio, i tre rumeni, Munteanj Gheorghe, Hurjui Sorin classe Hurjui Ionel, sono stati dichiarati in arresto per furto aggravato e trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio direttissimo che si celebrerà questa mattina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •