Tempo di lettura < 1 minuto

Trentadue anni fa, il 25 ottobre 1978, a Siderno uccise la moglie, Angela Valerio, quando questa aveva solo ventiquattro anni ed era una giovane mamma. Ieri sera, dopo un lungo periodo di latitanza, si è consegnato ai Carabinieri l’autore, Antonio Romanello, il quale all’indomani del delitto fu denunciato per omicidio in stato di irreperibilità.
Romanello, condannato per omicidio a 23 anni, con sentenza definitiva, nel 1988, era ricercato, anche a livello internazionale dal 1990. Di lui si erano perse le tracce, ma, negli ultimi mesi, i Carabinieri avevano intensificato le ricerche con perquisizioni domiciliari ai familiari dell’uomo residenti a Siderno. A questa pressione, nella serata di ieri Romanello ha deciso di risponedre opresentandosi alla stazione dell’arma di Siderno. Come dimostrano le foto diffuse dagli inquirenti, Romanello, invecchiato visibilmente, è un uomo completamente cambiato. Ora si trova nel carcere di Locri.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •