Salta al contenuto principale

Reggio: arresto Tegano, due manifestazioni “pro polizia”

Basilicata

Dopo il gesto di ieri della folla inferocita con la polizia per l’arresto del latitante Tegano, oggi numerose persone sono scese in piazza per dimostrare la propria vicinanza alle forze dell’ordine

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Due manifestazioni si svolte stamani nei pressi della questura di Reggio Calabria per esprimere solidarietà nei confronti delle forze dell’ordine dopo gli applausi con i quali è stato salutato il boss Giovanni Tegano dopo il suo arresto. In due distinti momenti della mattinata si sono radunati nei pressi della Questura alcuni gruppi di giovani che hanno sostato con striscioni e bandiere. Nel corso delle manifestazioni sono stati pronunciati slogan di solidarietà nei confronti delle forze dell’ordine e della magistratura. Nel corso delle due iniziative è stato ribadito più volte che i cittadini di Reggio Calabria sono vicini agli «uomini dello Stato che quotidianamente combattono la criminalità organizzata». Già ieri sera si era svolto un sit-in, promosso dal comitato spontaneo 'Reggio non Tacè, al quale hanno partecipato moltissime persone. In piazza sono scesi i giovani di “Ammazzateci tutti”, Azione Giovani, Italia dei Valori e Fiamma Tricolore, molti studenti degli istituti scolastici della città, che hanno espresso la loro vicinanza alle istituzioni. Presente il Vice Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa accompagnato da alcuni assessori comunali. Il Vice Questore Vicario, Salvatore La Porta, ha ringraziato i manifestanti sottolineando l’importanza della loro presenza che testimonia la sensibilità di tutta la parte civile della popolazione di Reggio Calabria. Numerose manifestazioni di apprezzamento al lavoro della Polizia di Stato sono giunte in Questura, da cittadini di tutta l’Italia, anche tramite l’email istituzionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?