I pini di Lanera che in parte sono stati tagliati e che saranno oggetto di una compensazione con nuove piante che verranno piantumate il 30 novembre

Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA – Seicentosessanta nuovi alberi da piantare nel corso di poche settimane. E’ l’obiettivo che si è posto il Comune di Matera da qui alla fine dell’anno a partire dal prossimo 21 novembre. In occasione della festa dell’albero a cui hanno aderito diverse scuole cittadine, molte stanno ancora dando la propria disponibilità vi sarà anche la piantumazione con l’aiuto degli stessi bambini di almeno 60 nuove piante con varie essenze che sono state scelte dagli uffici e dai tecnici dell’Amministrazione.
Ma l’intervento previsto non finirà qui. Oggi infatti l’assessore all’Ambiente Giuseppe Tragni ha programmato un incontro con tutte quante le associazioni cittadine e anche singole persone e esponenti dei quartieri per definire un intervento che possa consentire di stilare un calendario di nuove piantumazione nel giro di pochissimi giorni. L’obiettivo è quello di piantare 600 nuovi alberi, una parte circa 200 sono il frutto della compensazione per i tagli che ci sono stati seguendo la proporzione di 1 a 5 dello statuto comunale. Dunque 150 piante sono il frutto di una compensazione per i tagli dei pini pericolosi a Lanera e altri 50 per il taglio di una decina di alberi in corso nei pressi della Giovanni Pascoli per mettere in sicurezza l’area. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di procedere in accorso con i cittadini alla piantumazione di una parte, almeno una metà delle piante a Lanera e un’altra parte al rione Serra Venerdì. Le 50 tolte vicine alla Pascoli saranno tutte quante riposizionate al rione Spine Bianche. Compatibilmente con le indicazioni che emergeranno oggi nel confronto con le associazioni l’Amministrazione è pronta per il 30 novembre a piantumare questi altri 200 alberi nei tre quartieri.
Contestualmente così come annunciato dal sindaco sono pronti 400 alberi che rappresentano i 400 bambini nuovi nati o adottati che sono in città dall’inizio del 2019. Proprio in queste ore il primo cittadino Raffaello De Ruggieri sta inviando una lettera di invito ai genitori per chiedere loro di partecipare e presenziare alla piantumazione di questi alberi e magari poi di continuare ad averne cura come per i propri figli.
Una parte di questi alberi saranno piantati nel parco IV Novembre a ridosso del centro cittadino mentre gli altri saranno sparsi in maniera più uniforme possibile nel resto dei quartieri cittadini. «L’obiettivo rimane quello di creare un coinvolgimento e un legame forte dei cittadini verso il patrimonio verde che si crea in modo da poterne garantire per il futuro non solo l’esistenza ma anche il rispetto e la sopravvivenza» ha spiegato il vicesindaco Tragni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •