Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

POTENZA – La terza commissione permanente del Consiglio regionale della Basilicata ha approvato all’unanimità le modifiche alla delibera della giunta regionale sul “Regolamento recante le norme per il taglio dei boschi in assenza di Piani di assestamento forestale”. Secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della giunta regionale, l’obiettivo «delle norme contenute nel Regolamento per il taglio boschi sono la conservazione ed il miglioramento degli ambienti forestali e montani, intesi come integrazione degli aspetti ambientali, produttivi, protettivi, sociali e ricreativi».

«La valorizzazione degli ambienti forestali – è scritto nell’allegato dell’atto – viene attuata attraverso forme di trattamento che meglio consentono lo sviluppo, la crescita, la tutela e la riproduzione dei soprassuoli boschivi. Il regolamento sarà integrato nelle aree protette della regione da specifiche normative predisposte dagli enti gestori ed approvate dalla Giunta regionale, nonché da specifiche normative comunitarie. Ai fini dell’applicazione del regolamento sono definite bosco le superfici coperte da vegetazione forestale arborea, associata o meno a quella arbustiva, di origine naturale o artificiale in qualsiasi stadio di sviluppo ed evoluzione, con estensione non inferiore ai duemila metri quadri, larghezza media non inferiore a 20 metri e con copertura arborea forestale maggiore del 20%».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •