Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Un gruppo di precari della sanità calabrese sta manifestando a Catanzaro per protestare contro il licenziamento notificato nei loro confronti nei giorni scorsi. Si tratta di lavoratori assunti a tempo determinato alcuni anni fa previa selezione pubblica ma che adesso non sono più in servizio a causa di un vincolo di legge che non ammette ulteriori proroghe dei loro contratti. La manifestazione prevede un corteo sul corso principale di Catanzaro con arrivo davanti la Prefettura, dove è in programma una riunione alla quale è annunciata la presenza della struttura commissariale di governo della sanità calabrese guidata dal commissario, Saverio Cotticelli, e dei sindacati.

GUARDA LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE

La vertenza dei precari della sanità calabrese è da due mesi al centro dell’attenzione generale, perché ha aggravato l’emergenza della carenza di personale negli ospedali e creato il conseguente rischio sulla qualità e sulla quantità delle prestazioni: la situazione è estremamente difficile soprattutto all’ospedale “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro, che per effetto dei licenziamenti dei lavoratori a tempo ha registrato il taglio di oltre 40 posti letto. Per venire incontro alle esigenze dei presidi sanitari, nelle scorse settimane il Consiglio regionale ha approvato una legge che proroga al 31 dicembre i contratti dei precari, nell’attesa di soluzioni definitive sul piano normativo.

A sua volta, il commissario Cotticelli ha espresso dubbi sulla legittimità dell’intervento normativo di livello regionale, autorizzando comunque, con proprio decreto, le aziende sanitarie e ospedaliere della Calabria a procedere a oltre 400 assunzioni sulla base delle graduatorie già predisposte dalla precedente struttura commissariale e validate dal tavolo interministeriale di verifica sull’attuazione del piano di rientro della sanità calabrese.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •