Orlandino Greco

Tempo di lettura 3 Minuti

COSENZA – La situazione di tensione generatasi al Liceo Fermi, dichiarato a pochi giorni dall’inizio della scuola inagibile, ha scatenato la protesta degli studenti che solo dopo l’intervento del prefetto sembra essere temporaneamente rientrata (LEGGI LA NOTIZIA e GUARDA IL VIDEO DELLA PROTESTA) ma anche se sembra che gli studenti rientreranno in aula resta il problema dell’agibilità dell’edificio.

In relazione a ciò a lanciare una proposta è il consiglioere regionale Orlandino Greco il quale in una nota rimarca come «quanto sta avvenendo al Liceo “Enrico Fermi” di Cosenza non può lasciare indifferenti. Una scuola inagibile è un colpo terribile per una comunità, per un intero territorio. Le preoccupazioni degli studenti, anche se espresse in maniera estrema con l’occupazione, sono condivisibili e meritano l’adeguata attenzione».

Greco chiarisce anche di non conoscere «in dettaglio le condizioni strutturali in cui versa l’Istituto ma è indispensabile che studenti, insegnanti e anche i genitori, possano affrontare con serenità e sicurezza la quotidianità scolastica».

L’esponente politico ricorda «sono stato sindaco per oltre dieci anni e so bene quante difficoltà abbiano i comuni per garantire che tutto funzioni alla perfezione. Oggi Castrolibero, grazie al lavoro e alla sensibilità delle dirigenti scolastiche e dei tanti che hanno collaborato nell’amministrazione comunale, offre delle scuole innovative e sicure. Istituti che ogni anno registrano aumenti nelle iscrizioni, in controtendenza a quanto accade in altre aree della provincia. In particolare nell’Istituto d’Istruzione Superiore Valentini sono iscritti oltre mille studenti e il trend è in continua crescita. Sul territorio di Castrolibero – prosegue – ci sono anche due strutture inutilizzate che in passato hanno ospitato la ragioneria e il geometra Majorana e che oggi potrebbero accogliere gli studenti del Liceo Fermi che in questo momento non si sentono al sicuro all’interno del proprio plesso scolastico. Si tratta di strutture che, oltretutto, sono già perfettamente collegate con le linee del trasporto pubblico anche perché situate in prossimità dell’Istituto Valentini».

Greco prosegue aggiungendo che «trattandosi di una situazione d’emergenza, certo della sensibilità politica e istituzionale del sindaco Giovanni Greco, ritengo si possano superare i vincoli burocratici e garantire a studenti ed insegnanti una scuola in piena sicurezza a Castrolibero», pertanto «rivolgo l’appello anche al Presidente della provincia Franco Iacucci, affinché valuti con attenzione questa proposta che, fino alla messa in sicurezza del Fermi, consentirà di riprendere le lezioni nel più breve tempo possibile».

Sul tema è intervenuto anche Michele Arnoni, dirigente provinciale del movimento politico “Italia del Meridione” il quale ha accolto «con favore e ringraziato il Comune di Castrolibero per l’ospitalità e l’accoglienza offerta ai nostri studenti e docenti del Liceo Fermi di Cosenza, costretti magari a stare all’aperto e/o a smembramenti e dislocamenti di aule in diverse sedi della città. Castrolibero, peraltro, – ha ribadito Arnoni – è ben collegato anche con i mezzi pubblici dell’Amaco, circolare veloce e quant’altro. Ciò anche in ottica di area urbana, tema che molto spesso viene utilizzato più a mo’ di slogan da alcuni sindaci in prossimità di ogni campagna elettorale, mentre i cittadini ne hanno già assorbito il concetto e ne colgono appieno le opportunità. Pertanto, è fondamentale che anche la politica si muova concretamente nella stessa direzione, così come è avvenuto in questa occasione da parte del consigliere regionale Orlandino Greco e del Comune di Castrolibero».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA