X

Il sequestro dell'area dell'autoparco comunale di Luzzi adibita però a discarica abusiva

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Discarica abusiva sotto sequestro in provincia di Cosenza. I militari della stazione carabinieri Forestale di San Pietro in Guarano nei giorni scorsi sono intervenuti all’interno dell’autoparco comunale di Luzzi denunciando due persone per violazione alla normativa ambientale.

Il sequestro dell’area, estesa per circa 1700 metri quadri, è avvenuto a seguito di un controllo effettuato nell’autoparco comunale di località Gidora nel comune di Luzzi a seguito di una segnalazione. Nella struttura i militari hanno apposto i sigilli ad una vasta area in vui sono stati rinvenuti, depositati in modo incontrollato direttamente sul suolo, notevoli cumuli di rifiuti speciali. In particolare: cassoni per il recupero di spazzatura fuori uso, pneumatici fuori uso, scarti di demolizione, scarti di lavorazione, rifiuti ingombranti, una carcassa di cabina di camion, pezzi di carrozzeria di veicoli e RAEE.

Tale materiale, oltre a causare un vistoso degrado dello stato dei luoghi, era stato depositato senza alcuna autorizzazione relativa alla realizzazione o gestione di una discarica e realizzata quindi in assenza delle prescritte autorizzazioni. Inoltre, i rifiuti speciali erano depositati in modo incontrollato direttamente sul suolo. Il tutto senza alcuna copertura e senza alcuna precauzione atta a ridurre rischi per la salute e per l’ambiente.

Si è pertanto proceduto al sequestro della discarica. Accertamenti hanno confermato essere non occasionale e denunciato all’Autorità Giudiziaria competente il custode dell’autoparco e il dipendente comunale addetto alla struttura.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares