X

I sensori montati sul viadotto Cannavino

Tempo di lettura 3 Minuti

CELICO (COSENZA) – Domani all’alba il ponte di Celico lungo la strada statale 107 silana crotonese chiude per consentire tutti gli interventi di adeguamento statico di cui necessita la struttura. A partire dalle ore 6 sarà sospesa la circolazione dal km 41,300 al km 43,130. Prima dei lavori sull’impalcato sono stati eseguiti da Anas alcuni interventi di manutenzione, programmati per scongiurare tutti i rischi che potrebbero minare la sicurezza stradale lungo i percorsi alternativi e concordati alla presenza degli amministratori locali presso la prefettura di Cosenza.

Tra questi il rifacimento delle pavimentazioni e della segnaletica orizzontale e verticale, la messa in sicurezza delle scarpate stradali, il ripristino localizzato dei guard rail danneggiati, il taglio della vegetazione arbustiva invasiva e pericolante, la pulizia della sede stradale e delle banchine laterali, opere idrauliche e la rimozione dei rifiuti abbandonati.

È stata realizzata altresì, una rotatoria nel comune di Spezzano della Sila, finalizzata all’ottimizzazione dei flussi di traffico nel tratto di interconnessione tra la ss 107 e le strade comunali interne di Spezzano Sila e Casali del Manco. Per i soli veicoli leggeri con massa complessiva fino a 35 quintali provenienti da Paola, dall’A2 e da Cosenza diretti a Celico, Spezzano della Sila, Casali del Manco, S. Pietro in Guarano, sull’Altopiano e a Crotone, l’uscita obbligatoria è allo svincolo sulla ss 107 di Pianette di Rovito. Da lì in avanti i conducenti, oltrepassato il centro abitato, dovranno percorrere l’ex 107, il percorso secondario, che passa sotto il viadotto Cannavino e collega al paese dell’Abate Gioacchino, con rientro sulla ss 107 allo svincolo di Celico, precisamente al km 43,200. Il percorso è inverso per chi viaggia nella direzione opposta. Il traffico locale tra Cosenza e l’abitato di Rovito potrà continuare a utilizzare il tratto della ss 107 tra gli svincoli di Cosenza Centro Storico, Cosenza Cimitero, Pianette di Rovito e Rovito.

Il tutto cambia per i veicoli con massa superiore a 35 quintali provenienti da Paola, dall’uscita autostradale e da Cosenza diretti in Sila o a Crotone. I pendolari dovranno percorrere l’A2 in direzione Reggio Calabria con uscita ad Altilia Grimaldi e proseguire lungo la ss 616 di Pedivigliano, la ss 108 bis per Colosimi, la ss 108 bis per località Bocca di Piazza, la ss 108 bis per località Lorica, fino alla ss 107 per località Garga, rientrando in località Silvana Mansio. I veicoli con massa superiore a 35 quintali provenienti dalla Sicilia e da Reggio Calabria diretti in Sila e nel crotonese invece dovranno percorrere l’A2 in direzione Salerno, prendere l’uscita di Lamezia Terme, poi imboccare la ss 280 dei Due Mari, in direzione Sellia Marina, fino alla ss 106 Jonica verso Crotone.

I mezzi pesanti in partenza dalla Campania e dalla Basilicata diretti a Crotone e sull’Altopiano dovranno percorrere l’A2 in direzione Reggio Calabria con uscita a Firmo, procedere fino alla ss 106 Jonica in località Stombi in direzione Crotone. I mezzi pesanti in viaggio da Crotone a Cosenza e viceversa potranno utilizzare l’uscita ss 107 in località Garga, proseguire lungo la ss 108 bis per Colosimi e prendere l’A2 in direzione Salerno.

In alternativa però, i pendolari potranno usufruire anche dell’uscita sulla ss 107 in località Silvana Mansio. I veicoli di 35 quintali, adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti e di emergenza, o carichi di materiali e attrezzi utili a tal fine potranno, se muniti di un’adeguata documentazione che dimostri l’esigenza di carico e scarico nei comuni di Casali del Manco, Celico e Spezzano della Sila, utilizzare lo svincolo in direzione Cosenza Centro storico, verso Casali del Manco con rientro sulla ss 107 dopo la rotatoria di Spezzano della Sila.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares