Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

BELVEDERE MARITTIMO (COSENZA) – Compie un anno l’accademia dell’Ancia, fondata dal musicista Carmine Sangineto, tre volte campione mondiale di organetto.

La scuola è stata inaugurata nel settembre 2018. L’anniversario corona una stagione ricca di successi per l’artista calabrese e per la sua band, reduci da una serie di concerti che li hanno portati in diverse località calabresi e anche fuori dalla regione.

Nei progetti di Carmine Sangineto, c’è anche un cd di canzoni etno-popolari, tutte inedite e composte dall’artista belvederese.

«La tournée estiva – dice il musicista – ci ha portati in giro per il Sud ed è stata ricca di emozioni e divertimento».

Quest’anno a Sangineto è stato conferito il premio “la Calabria migliore 2019” dalla fondazione San Francesco Saverio. Il 15 settembre scorso ha coronato quello che lui stesso definisce “un sogno”: eseguire una sua composizione con l’Orchestra Filarmonica della Calabria.

Appassionato di organetto e studioso del legame tra strumento e tradizione, Carmine Sangineto propone una musica che parte dal folklore locale per abbracciare nuove sonorità, in cui lo strumento musicale diventa veicolo di una musica universale, suggestiva e libera. L’Accademia dell’Ancia è una scuola moderna in grado di coniugare tradizione e innovazione grazie ad un’offerta didattica di qualità, molto articolata che riserva particolare attenzione allo studio della tradizione strumentale, che unisce ad un’attività di promozione della cultura e del patrimonio musicale del territorio.

L’ancia – come spiega il fondatore dell’Accademia – è un simbolo della musica, costituisce l’elemento vibrante responsabile del suono negli strumenti che ne fanno uso e non è casuale il riferimento ad essa nel nome dell’Accademia», l’obiettivo dell’accademia è «valorizzare la musica come parte integrante della cultura del territorio, per diffondere nella società l’amore per la musica come pratica attiva. Mettendo a disposizione della comunità il talento e la professionalità del suo direttore e dei suoi docenti, l’Accademia valorizza la musica come fattore di crescita individuale e sociale, stimolo all’intelligenza, alla creatività e come promozione del territorio».

La scuola, attraverso corsi individuali e collettivi, tenuti da insegnanti specializzati, ha l’obiettivo di formare i musicisti sul territorio, con corsi e tecniche specifiche per ogni strumento, che mirano a valorizzare le qualità e il talento di tutti gli allievi. Fisarmonica diatonica, pianoforte, batteria, canto lirico, percussioni, chitarra, tromba, sax, violino, clarinetto, canto pop, propedeutica musicale, musica d’insieme, teoria e solfeggio rientrano nell’offerta formativa dell’accademia che comprende anche masterclass, workshop, concerti, laboratori didattici e di propedeutica musicale, e partecipa con i suoi docenti ed i suoi allievi a numerosi concorsi a livello nazionale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •