Il dibattito sulla legge per il teatro amatoriale calabrese

Tempo di lettura 3 Minuti

Un convegno a Cosenza organizzato dalla Fita che ha voluto conferire la presidenza onoraria all’imprenditrice Pina Amarelli

COSENZA – Anche il teatro amatoriale sarà regolamentato dalla nuova legge sul teatro calabrese, attualmente in via di definizione, e che presto sarà portata all’esame del consiglio regionale.

Ne è stata data notizia in un convegno dal tema “La primavera del teatro amatoriale in Calabria: necessità di una legge di riconoscimento nazionale e regolamentazione regionale” che si è svolto nella Sala Nova dell’enoteca regionale nel palazzo della Provincia di Cosenza e che ha visto la presenza del sottosegretario alla Cultura e al Turismo on. Dorina Bianchi. L’ideazione e l’organizzazione dell’evento sono state a cura dal Comitato provinciale della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatoriale) di Cosenza. Della nuova legge in cantiere ne hanno discusso Fabio Vincenzi, del Sistema teatrale dell’Unical, e il tesoriere nazionale della Fita Giuseppe Minniti, entrambi presenti in una riunione svoltasi nei giorni scorsi alla cittadella regionale di Germaneto e convocata dal presidente della Regione Calabria Mario Oliverio proprio per ascoltare le esigenze delle compagnie professionistiche ed amatoriali.

L’incontro è stato definito proficuo ed interessante e nelle prossime settimane se ne terrà un altro per definire meglio quello che sarà il testo finale. Per quanto riguarda il teatro amatoriale calabrese si tratterebbe di un risultato storico e che colmerebbe un ritardo notevole rispetto a un riconoscimento istituzionale già presente in diverse regioni italiane.

Al dibattito hanno portato la loro esperienza il direttore artistico del teatro di Cassano allo Jonio Andrea Solano e la regista e teatroterapeuta Imma Guarasci. L’on. Bianchi, in conclusione, ha auspicato il riconoscimento regionale come giusto merito per un movimento che diventa sempre più importante in Italia e che da sempre rappresenta un bacino fondamentale per l’intero teatro italiano. Da un punto di vista normativo, invece, se tutte le regioni si adeguassero, l’on. Bianchi ha dato ampia disponibilità per un impegno che coinvolga direttamente anche il Governo e il Mibact in particolare.

Nel corso della mattinata inoltre il presidente del Comitato Provinciale della Fita Cosenza Antonio D’Amico ha conferito la presidenza onoraria del Comitato all’imprenditrice Pina Amarelli la quale si è detta per questo onorata e molto emozionata. Amarelli (il museo della sua azienda è il secondo museo privato più visitato in Italia dopo quello della Ferrari) ha sottolineato quanto sia importante investire e impegnarsi nella cultura e nel teatro in particolare, portando l’esperienza del Teatro Stabile di Napoli (è componente del consiglio di amministrazione). Alla manifestazione sono intervenuti portando il loro saluto istituzionale il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci, la delegata del Comune di Cosenza Eva Catizone, e i vice sindaci di Oriolo e San Giorgio Albanese Vincenzo Diego e Sergio Esposito.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •