X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

CROTONE – «Dobbiamo fare tesoro della gara di San Siro con l’Inter, in cui abbiamo preso gol con una leggerezza disarmante e per questo dobbiamo avere in testa anche un atteggiamento difensivo».

Giovanni Stroppa ed il Crotone, dopo l’Inter seconda in classifica, si apprestano ad affrontare domani la Roma, terza forza del campionato, con la volontà di riscattare la sconfitta a Milano e di migliorare la prestazione con i nerazzurri, che non è stata negativa nonostante il punteggio.

«La Roma – dice Stroppa – è una delle squadre più in forma del torneo. Conosciamo le sue qualità e secondo me ha in più, rispetto alle altre, la capacità di portare tanti uomini nelle ripartenze. E’ una squadra che sa giocare in palleggio e in contropiede. Bisogna fare i complimenti a Fonseca per questa identità che le ha dato».

«Per quanto ci riguarda – dice ancora il tecnico – qualcosa cambierà rispetto a Milano. Metteremo qualche calciatore più fresco. Ci sono ragazzi che sono stanchi e servono forze nuove per fare un’altra partita importante e fisica sotto il profilo della corsa. E’ una partita proibitiva, ma sono il campo ed il pallone a decidere e noi abbiamo la possibilità di giocarcela. Sappiamo di essere ultimi ma sappiamo anche che con una vittoria domani potremmo risalire diverse posizioni».

Si attendono novità in difesa anche in considerazione di alcune prove sottotono a Milano, ma, dice Stroppa, «non ci saranno rivoluzioni. La gara di San Siro ci insegna che non abbiamo sbagliato atteggiamento in campo perché siamo stati bravi nel palleggio e nella fase difensiva. Abbiamo sbagliato in modo individuale quando dovevamo lavorare di più a livello di reparto e di collettivo».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares