X
<
>

Mario Oliverio

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO -“Anche se mancano pochi giorni alla presentazione delle liste sento di dover insistere rivolgendo un appello perché si compia ogni sforzo per trovare l’unità di tutta la Sinistra e delle forze progressiste intorno ad una candidatura sulla quale possa convergere l’intero arco delle forze del centrosinistra”.

Nonostante il primo diniego, l’ex governatore è attualmente candidato alla presidenza della regione Calabria Mario Oliverio ci riprova e tenta di riunire le forze chiedendo un passo indietro agli altri candidati del centrosinistra.

“Persino i sondaggi effettuati da più Istituti specializzati evidenziano un centrodestra largamente sotto al 50%, favorito solo da un centrosinistra frammentato. Lo sanno bene in primo luogo i dirigenti del Partito Democratico nazionale e locale, a partire da Francesco Boccia e Stefano Graziano che hanno la responsabilità della situazione calabrese. Tutti, in primo luogo loro, abbiamo il dovere politico di evitare alla Calabria ed ai calabresi una proroga del rovinoso governo di centrodestra”.

“Il PD – prosegue Oliverio – non può nascondersi dietro a difficoltà che invece andrebbero affrontate attraverso una iniziativa politica adeguata, avendo la capacità di liberarsi dai meschini calcoli dei singoli per un posto in Consiglio Regionale, per mettere al centro l’interesse generale di una regione che ha diritto a costruire il suo futuro. Come ho già avuto modo di dire nei giorni scorsi sono pronto a fare un passo indietro”.

“Ci sono ancora i margini per ricercare una candidatura unitaria in cui il popolo del centrosinistra calabrese possa rispecchiarsi e ritrovare l’entusiasmo necessario per competere e vincere. La mia non è una iniziativa strumentale né è da considerarsi fuori tempo massimo. Ripeto – conclude l’ex governatore – non mi rassegno all’idea, purtroppo prevalente in queste ore, di un risultato precostituito attraverso una sconfitta del centrosinistra. La Sinistra in Calabria ha una storia nobile, ricca di lotte, di valori, di personalità con storie e funzioni diverse che potrebbero rappresentare la sintesi su cui realizzare l’unità. Potrei citarne alcune che sono simbolo di una Calabria sana, che hanno saputo incarnare i veri valori della sinistra, capaci di rappresentare un fronte largo, un progetto di crescita per la Calabria”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA