X

Un sequestro della guardia costiera

Tempo di lettura < 1 minuto

BRANCALEONE (REGGIO CALABRIA) – Nell’ambito delle attività di monitoraggio ambientale, personale militare della guardia costiera della delegazione di Bianco, insieme al personale della Polizia Locale del Comune di Brancaleone, è intervenuto in località Torrente Pantano Piccolo nel Comune di Brancaleone al fine di accertare e verificare eventuali abusi in materia ambientale.

Giunti sul posto è stata scoperta una vasta area adibita a discarica abusiva di rifiuti pericolosi e non per un totale di oltre 500 metri quadri composto da svariati materiali, e più precisamente da vecchi elettrodomestici e parti di essi, pneumatici usurati, guaine (catrame), scaldabagni, recipienti di plastica, di alluminio e suppellettili varie obsolete, mobilio, materassi, materiale ferroso, calcinacci e materiali di risulta da lavorazioni edili.

L’intera area è stata sigillata e posta sotto sequestro penale ed è stata affidata in custodia al dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Brancaleone, per l’avvio delle successive attività di bonifica. L’attività di polizia giudiziaria è stata trasmessa alla Procura della Repubblica di Locri per la convalida degli atti posti in essere. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares