Tempo di lettura 6 Minuti

REGGIO CALABRIA – Sono diversi i disagi registrati in Calabria per l’allerta rossa annunciata. Tra allagamenti, raffiche di vento e mareggiate si registrano problemi soprattutto alla viabilità e nessuna provincia è rimasta senza conseguenze.

Con l’allerta meteo di livello massimo, Reggio Calabria si ritrova, dopo solo qualche ora di pioggia in notturna, tra allagamenti e disagi. In queste ore si susseguono senza sosta gli interventi dei vigili del fuoco subissati dalle richieste di intervento dei cittadini in condizioni do grosse difficoltà, anche se al momento non risultano feriti.

GUARDA IL VIDEO DEGLI ALLAGAMENTI A REGGIO

Come di consueto le prime zone a farne le spese sono stati i quartieri nevralgici della città, quelli che da anni sono soggetti all’effetto ‘alta marea a Venezia’ senza che nessuno ponga rimedio: zona stadio, viale Calabria e tanti angoli periferici della città diventati difficilissimi da attraversare anche dalle jeep e che in queste ore, come documentano le immagini allegate, sono letteralmente “sott’ acqua”.

GUARDA LE FOTO DEL MALTEMPO IN CALABRIA

Sempre a causa delle avverse condizioni meteo che stanno anche causando problemi di circolazione e danni alle strade cittadine, l’arcivescovo di Reggio Calabria, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, ha deciso di rimandare a domenica 1 dicembre la processione della Madonna della Consolazione che era prevista per oggi pomeriggio. Stasera in Cattedrale si svolgerà regolarmente la messa delle 18.

Passeggeri in treno soccorso in galleria

Un treno con passeggeri a bordo è rimasto bloccato in una galleria a causa dell’acqua che aveva invaso la rete ferroviaria. E’ accaduto nella tarda mattina di oggi sulla tratta ferroviaria tra Lamezia Terme e Catanzaro, nel territorio di Marcellinara.

GUARDA IL VIDEO DEI SOCCORSI PER IL TRENO BLOCCATO

L’acqua ha creato danni al locomotore che non ha potuto proseguire la sua corsa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le Ferrovie dello Stato, ma non è stato possibile utilizzare un secondo locomotore per la presenza di fango e detriti. Per questo, le persone presenti sul treno sono state soccorse dai vigili del fuoco che sono riusciti ad accompagnarli su un altro convoglio. Si tratta di quindici passeggeri, capotreno e macchinista. Nessuno è rimasto ferito. La tratta è stata interdetta al traffico in attesa di ulteriori accertamenti.

Le condizioni sul territorio

Il Centro operativo comunale di Vibo Valentia sta monitorando tutto il territorio comunale soprattutto fiumi, torrenti, sottopassi. Si è proceduto alla chiusura dei sottopassi nelle immediate vicinanze del centro commerciale Vibo center e di Feudotto. È stata poi disposta la chiusura del tratto urbano della ex Statale 522.

«Questa volta – affermano dal Comune di Vibo – il pericolo è serio. Permane l’invito alla popolazione a non uscire dalle proprie abitazioni se non in casi strettamente necessari».

Sempre nel Vibonese, causa delle forti precipitazioni, si è allagata anche la sala consiliare del palazzo municipale di Soriano Calabro a causa di una vistosa perdita nel tetto col rischio di crollo del cartongesso. Allagati anche alcuni corridoi e i bagni della sede comunale mentre sono in corso verifiche presso gli istituti scolastici. In località Savini, a Sorianello, si sarebbe verificato il crollo di un palo dell’energia elettrica che ha interrotto la fornitura in tutte le abitazioni della zona. Nella cittadina sono state chiuse le scuole per lunedì.

Nel Catanzarese i disagi maggiori riguardano la viabilità. I sindaci hanno chiesto di «rimanere in casa e di uscire solo in caso di necessità». Il comune di San Pietro a Maida è raggiungibile solo dalla strada provinciale di Maida.

Sono 12 le squadre impegnate ininterrottamente da questa mattina per fronteggiare le numerose richieste di intervento pervenute presso la sala operativa del comando di Catanzaro. Allagamenti, piccoli smottamenti e verifiche infiltrazioni acqua nelle abitazioni.

Una squadra del nucleo SAF (speleo alpino fluviale) sta operando nel comune di Gimigliano in prossimità della Basilica Santuario della Madonna di Porto per soccorrere alcune persone rimaste bloccate dall’esondazione del fiume Corace.

Strade trasformate in fiumi di acqua anche a Lamezia Terme. Ha ceduto anche un muro di contenimento in prossimità di una abitazione ma fortunatamente nessun danno a persone.

VIDEO: LAMEZIA, CORSO NUMISTRANO ALLAGATO

Situazione critica a Lamezia e nel comprensorio per la forte ondata di maltempo. Strade in tilt sia in centro che nelle periferie. Decine gli interventi dei vigili del fuoco, della protezione civile, delle forze dell’ordine e della cooperativa Malgrado Tutto per soccorrere automobilisti e persone nelle abitazioni allegate. Strade e sottopassi allagati. Convocata una riunione d’urgenza in Prefettura a Catanzaro. La situazione sta mettendo in gravi difficoltà i  cittadini che oggi sono chiamati alle urne per il turno di ballottaggio fra i candidati sindaco Ruggero Pegna e Paolo Mascaro. Il prefetto Francesca Ferrandino ha escluso problemi che possano portare al rinvio del voto.

Un volo Alitalia proveniente da Fiumicino per il forte maltempo non è riuscito ad atterrare all’aeroporto di Sant’Eufemia ed è stato dirottato su Napoli.

VIDEO: LAMEZIA, LA STRADA E’ UN FIUME IN PIENA

Nel Reggino è franato un tratto di strada della provinciale numero 9 tra Serra San Bruno e Monasterace, con condizioni di disagio vissute su diverse arterie.

Nel Cosentino, la strada statale 106 è stata chiusa nel pomeriggio, in entrambe le direzioni, nei pressi di Amendolara a causa di un albero caduto sulla carreggiata.

Gli interventi dei vigili del fuoco

Molte le richieste di intervento alle sale operative dei vigili del fuoco. In tutti i Comandi è stato disposto l’incremento del dispositivo di soccorso con il richiamo in servizio del personale di turno libero per fronteggiare le richieste di soccorso.

Pioggia oltre i limiti

La Protezione Civile della Calabria ha registrato il superamento delle soglie di eventi per i seguenti Comuni: Livello 2 – Stilo, Bivongi, Torre di Ruggiero, Stefanaconi, Soverato, Simbario, San Vito sullo Ionio, San Sostene, San Floro, Polia, Petrizzi, Pentone, Mileto, Marcellinara, Jacurso, Girifalco, Gerocarne, Gagliato, Francica, Dinami, Cortale, Chiaravalle Centrale, Cardinale, Argusto, Scigliano, Grimaldi, Cleto, Aiello Calabro, Roccella Ionica.
Livello 3 –Vazzano, Vallelonga, Soriano Calabro, Pizzoni, Mongiana, Cenadi, Panettieri.

I dati dell’Arpacal e le previsioni

Secondo l’Arpacal, nelle ultime dodici ore sono stati registrati valori significativi nelle stazioni di Fabrizia, Fabrizia_Cassari, Molochio, Taverna_Ciricilla e Santa Cristina d’Aspromonte dove le precipitazioni hanno superato i 100 mm; valori comunque importanti sono stati registrati su tutta la fascia centro meridionale.

Le stazioni anemometriche diffuse sul territorio hanno rilevato valori significativi della raffica del vento, in particolare nella stazione di Motta San Giovanni Allai si è registrato un valore di raffica superiore ai 100 km/h.

I corsi d’acqua dei bacini ricadenti nella fascia centro meridionale hanno registrato un generale innalzamento del livello idrometrico. I modelli previsionali confermano che le precipitazioni continueranno ad interessare gran parte della nostra regione intensificandosi nelle ore centrali della giornata. Tali precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, saranno accompagnate da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Le previsione e le scuole chiuse lunedì

Un graduale miglioramento dovrebbe registrarsi già nella mattinata di domani anche se residui fenomeni precipitativi continueranno ad interessare la nostra regione. Per la giornata di lunedì la Protezione civile ha diffuso l’allerta arancione per tutta la regione. Molti i sindaci che hanno provveduto a chiudere le scuole per la giornata di lunedì. Tra l’altro, scuole chiuse a Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio Calabria e Crotone.

Hanno collaborato Pasqualino Rettura, Gianluca Prestia, Saverio Puccio

  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •