X
<
>

Manuele Calvano

Condividi:
2 minuti per la lettura

ANOIA – Un importante premio quello ricevuto dal giovane Manuele Calvano ieri mattina a palazzo Campanella, riconoscimento conferitogli dal presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, e dal consigliere regionale Giovanni Arruzzolo.

Giovane, anzi giovanissimo, il piccolo Manuele ha solo cinque anni ma già ha ottenuto riconoscimenti e plausi per il suo enorme talento artistico tanto che i suoi quadri sono stati protagonisti di un’esposizione pittorica tenutasi mesi fa nel salone delle feste del comune di Polistena. Per ultima, in ordine cronologico, la premiazione svoltasi proprio ieri durante la quale il piccolo artista, originario e residente ad Anoia, ha ricevuto una targa “per l’attestazione della sua intraprendenza e delle sue capacità”.

Un vero e proprio enfant prodige Manuele dipinge dalla tenera età di due anni sperimentando, accompagnato dalla fervida curiosità di un bambino, svariate tecniche di pittura nella realizzazione dei propri quadri. Una produzione ingente e valevole quella del giovane Manuele il quale già da qualche anno ha un proprio canale web, “Manuart”, molto seguito ed apprezzato con più di 5mila iscritti, canale tramite il quale vengono trasmessi dei tutorial attraverso i quali Manuele realizza le proprie opere. Una vera e propria forma comunicativa quella di Manuele, un bimbo sensibile e sorridente che dona forma al proprio modo di vedere il mondo mediate colori e tele.

«Manuele è un bimbo di cinque anni – dice la mamma Paola – dotato di una grandissima sensibilità. Osserva ed interiorizza in un modo che non credevo fosse possibile riscontrare in un bimbo di cinque anni. Io ed il suo papà Diego, abbiamo notato fin da subito la sua particolare curiosità. Ha iniziato a colorare da piccolissimo, i suoi soggetti preferiti erano i dinosauri. Durante il lockdown bisognava poi tenerlo occupato e così mio marito ha iniziato a comprargli le tempere, i colori a dito che Manuele utilizzava con enorme attenzione. Tutto ciò che Manuele prova, vede, sente lo riporta nel disegno. Il suo papà ha creato anche un canale web proprio nella speranza di avvicinare altri bimbi alla pittura».

Una passione anticonformista quella di Manuele, in un’epoca nella quale bimbi ed adolescenti vengono sempre più assorbiti dall’utilizzo smodato ed alienante dei telefonini e pc. Un mondo che non appartiene alle visioni colorate ed autentiche disegnate da Manuele nei suoi quadri. Il volo dei gabbiani che planano sul mare azzurro, i fichi d’india, il portone di una vecchia casa di paese, il giallo dei fiori di campagna, questo ed oltre questo nelle genuine opere di chi ancora possiede la curiosità di osservare il bello di questo mondo.

«La genuinità – ha dichiarato il presidente Mancuso- del suo talento e la profondità dei messaggi che restituiscono i suoi lavori mi hanno colpito. Auguro a Manuele di essere accompagnato sempre dalla leggerezza e dalla spensieratezza che ho intravisto nei suoi occhi».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE