Vento forte

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Allerta per raffiche di burrasca in Calabria, con il vento che sarà accompagnato da un nuovo brusco calo delle temperature. Torna il maltempo con due effetti immediati che provocheranno disagi nella regione.

Per quanto riguarda la prima allerta, un flusso di correnti fredde presente in quota determinerà nelle prossime ore un rafforzamento dei venti su buona parte dell’Italia, con raffiche di burrasca su diverse regioni.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una allerta meteo che prevede, a partire dal pomeriggio di oggi, venti forti occidentali con raffiche di burrasca su Sardegna, Sicilia e Calabria centro-meridionale in estensione, dalla serata, a Piemonte, Emilia-Romagna e Lombardia.

Sempre la Calabria tra le regioni che saranno, invece, interessate da neve a quote pianeggianti nel Centrosud, con temperature in calo anche di 5-7 gradi. La nuova ondata di gelo, anche se non “estrema” come quella della scorsa settimana, porterà nuovamente una parte dell’Italia sotto zero.

A causarla, secondo quanto spiega Andrea Vuolo, meteorologo di 3bmeteo.com, «è la perturbazione artica che nasce dalla Scandinavia, che passerà sui Balcani per poi giungere sull’Adriatico. Si avrà quindi, già a partire da mercoledì – il picco sarà tra giovedì e venerdì – una nuova irruzione di aria artica principalmente nelle regioni centrali adriatiche». Marche, Abruzzo (sull’Appennino sono previsti 20-40 cm di neve sopra i 1000 metri), Puglia, Basilicata e isole maggiori saranno le regioni più coinvolte da questa fase “gelata”.

In particolare è possibile neve a quote pianeggianti (gli accumuli non saranno però importanti) su Marche ed Abruzzo, a quote collinari su Molise, Puglia, Basilicata, parte della Calabria e in Sicilia e Sardegna.

Per quanto riguarda il resto dell’Italia, al Nord Ovest il clima sarà siccitoso e le temperature sopra la media a causa dei venti di foehn, mentre mancherà ancora la neve sulle Alpi, ma faranno eccezione Tirolo, Alto Adige e Valtellina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •