Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Ha lottato per un mese ma alla fine si è dovuto arrendere. Il suo cuore ha cessato di battere questa mattina intorno alle 6 all’ospedale dio Catanzaro.

Un destino, il suo, legato a quello di Michele Gullone, 39 anni, amico inseparabile di una vita, con cui, il 10 novembre scorso, ha avuto un gravissimo incidente stradale nel territorio comunale di San Costantino. Ma mentre ultimo era morto nell’immediatezza, Giancarlo Chiarello, 40 anni, si è spento ad un mese di distanza.

La vittima non era sposata, viveva con i genitori e nella vita svolgeva la mansione di muratore. Era una persona molto conosciuta in paese e la notizia della sua morte ha iniziato a propagarsi anche sul web già pochi minuti dopo il decesso. Chiarello dopo il tragico sinistro, non si era più ripreso.

Il 40enne era stato trasferito presso il reparto di rianimazione dell’ospedale di Catanzaro. Per un mese parenti e amici hanno sperato in un miracolo che, purtroppo, non c’è stato e che adesso ha ammantato di dolore questo periodo che doveva essere di festa.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •