X

Il carcere di Vibo

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Un detenuto trasferito da poco nel carcere di Vibo Valentia è stato beccato con addosso un micro cellulare nascosto negli orifizi intimi. La notizia è stata data da Francesca Bernardi, segretaria territoriale della Uilpa Polizia penitenziaria di Vibo Valentia.

Il detenuto era proveniente da un penitenziario siciliano e il micro telefonino gli è stato trovato addosso al momento dell’ingresso nella casa circondariale di Vibo. Un caso identico si era verificato nello stesso carcere il 7 febbraio scorso (LEGGI).

Secondo quanto appreso dal Quotidiano, il detenuto arrivava da Siracusa ed è residente a Messina. Quando è arrivato nell’istituto penitenziario per le verifiche prima dell’ingresso, è stato trovato con l’apparecchio telefonico.

Nell’istituto di Vibo è stato installato un metal detector di ultima generazione che impedisce ogni possibilità di accesso di apparecchi cellulari o di altro genere.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares