X
<
>

La sede dell'Asp di Vibo Valentia

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Sedici medici dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia sono stati sospesi perché si sono rifiutati di sottoporsi al vaccino anti Covid.

Lo hanno reso noto, nel corso di una conferenza stampa, tre funzionari dell’Asp, la dirigente Antonella Giordano e Nicola Nocera ed Antonio Cirillo, responsabili, rispettivamente, del Centro unico prenotazioni e del comparto infermieristico.

“Abbiamo cercato di convincerli a vaccinarsi – hanno riferito i tre funzionari – rispettando naturalmente la volontà individuale, ma i 16 sanitari hanno ribadito di non volerlo fare. Una presa di posizione che ha determinato la loro sospensione dal lavoro e dallo stipendio da parte dell’Azienda sanitaria. E presto passeremo a controllare i lavoratori delle strutture sanitarie private”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA