Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – “Evviva la Sanità Calabrese!!!”.

È questo il commento postato su Facebook qualche giorno fa assieme a una ricetta medica in cui viene prescritta una “Visita Endocrinologica di controllo ed ecografia della tiroide”. Ma come mai è stata resa pubblica?

LEGGI IL CASO DELLA GASTROSCOPIA PRENOTATA AD APRILE 2021

Ebbene la storia si ripete perché ci ritroviamo di fronte a un altro caso di lista d’attesa lunghissima, quasi inconcepibile ed inaccettabile.

Marianna Luzza

La visita, così come si evince chiaramente nella ricetta, è stata infatti prescritta dal medico di base alla signora Marianna Luzza di Acquaro l’8 agosto scorso e il Cup (Centro Unico di Prenotazioni) “contattato telefonicamente mi ha prenotato per le ore 12 del 19 novembre 2021 ai poliambulatori di Moderata Durant”. Ciò vale a dire che la signora dovrà attendere per una visita di controllo ben 27 mesi equivalenti a 830 giorni. “È veramente vergognoso che per una semplice visita di controllo bisogna attendere tutto questo tempo, come se le malattie potessero attendere tutto questo tempo prima di peggiorare”.

È vero che non si tratta di una richiesta urgente per cui il Cup sarebbe stato obbligato a fissare la visita in tempi rapidi ma attendere oltre due anni è veramente eccessivo. Pertanto l’utente che si trova davanti a uno scenario simile si vede quasi costretto a rivolgersi al privato dove le visite vengono programmate in tempi brevissimi. Ma non tutti hanno la possibilità di sostenere, specie se si tratta di visite periodiche di controllo, i costi e pertanto si è costretti ad aspettare anche anni il proprio turno.

Una situazione davvero vergognosa che si aggiunge agli altri problemi della sanità. E questo non è il primo caso di visite fissate fino ad oltre due anni di attesa, infatti, nei giorni scorsi, sono state segnalate situazioni similari che abbiamo ampiamente riportato sulle nostre pagine come il caso dell’insegnante di Ionadi che per una “esofagogastroduodenoscopia” gli è stato assegnato come tempo di attesa 19 mesi e la vicenda di un pensionato 75enne di Nicotera affetto da cirrosi epatica che, pur avendo urgentemente bisogno di una gastroscopia, è stato prenotato per aprile 2021.