Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – È arrivata all’ospedale con in grembo il figlio che ha saputo essere morto solo dopo gli esami strumentali. La tragedia si è verificata questa mattina all’ospedale di Vibo quando una ragazza di 32 anni di Cessaniti è giunta al reparto di Ginecologia ed ostetricia. Era alla 39esima settimana, quindi ormai agli sgoccioli della gravidanza.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SULLA MORTE DEL FETO DOMENICO MARCHESE

Si è sottoposta al tracciato dal quale è emerso che il feto era morto. Il marito è quindi andato in escandescenza per la rabbia, sferrando calci e pugni alla porta della sala parto, danneggiando un vetro e inveendo contro l’ostetrica e il personale.

Sul posto è intervenuta la polizia che ha condotto l’uomo in questura per ricostruire i fatti mentre la moglie è rimasta in ospedale in comprensibile stato di shock. Nelle prossime ore si svolgeranno gli accertamenti che stabiliranno quando il feto è morto, mentre il cesareo è stato svolto nel primo pomeriggio di oggi.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •