X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

UNA opportunità da non lasciarsi sfuggire, che potrebbe sopperire alla grave crisi del personale che attanaglia Palazzo Luigi Razza. Il Comune di Vibo Valentia ha pubblicato un avviso di selezione nell’ambito della “Manifestazione d’interesse rivolta ad enti pubblici per la presentazione di percorsi di politiche attive e per la realizzazione di tirocini di inclusione sociale rivolti a disoccupati ex percettori di mobilità in deroga”, che servirà ad individuare ben 40 unità da impiegare in dei precisi settori, definiti nel documento firmato dal segretario generale Domenico Libero Scuglia.

Per intenderci, si va dalla manutenzione ordinaria degli edifici e delle strutture di proprietà dell’Ente, della viabilità, delle spiagge ed annesse zone di accesso, delle aree verdi, passando per i servizi di pulizia, di guardiania e di portierato, arrivando ai servizi di supporto amministrativo. Possono presentare domanda, per essere inseriti in percorsi di politica attiva presso l’Ente, i soggetti precedentemente inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga aventi determinati requisiti.

Soggetti che devono: “essere disoccupati ai sensi del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 150 e s.m.i. da almeno sei mesi; avere una Dichiarazione di immediata disponibilità (Did) valida e aver sottoscritto il Patto di servizio personalizzato ai sensi del D.Lgs.150/2015 presso i Centri per l’Impiego; non aver riportato condanne penali; non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministratiti iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa; non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali; essere residenti nella regione Calabria; non essere ricompresi tra i soggetti, per i quali si è proceduto alla reiezione delle istanze di mobilità in deroga; non essere beneficiari di trattamenti Inps (Naspi, Dis-Coll, altra indennità di disoccupazione); non essere inseriti nei percorsi di tirocinio del programma “Garanzia Giovani” o nei percorsi di tirocinio dell’avviso pubblico “Dote Lavoro e Inclusione attiva” della Regione Calabria; non essere stati avviati in altre iniziative regionali di politica attiva del lavoro”.

Le domande dovranno essere redatte utilizzando il modulo scaricabile sia dal sito della Regione Calabria, che dal sito dell’Ente al seguente indirizzo: www.comune.vibovalentia.vv.it. Il termine ultimo è fissato alle ore 12 del 16 gennaio 2020, e la domanda potrà essere trasmessa a mezzo Pec all’indirizzo protocollocomunevibo@pec.it o in alternativa potrà essere presentata a mano presso l’ufficio protocollo del Comune di Vibo Valentia. Per ogni dettaglio o informazione è possibile consultare proprio il sito istituzionale sopracitato, dove non solo viene riportato l’avviso di selezione, ma anche tutta la modulistica necessaria.

“I progetti avranno una durata di 12 mesi, con un impegno massimo di 20 ore settimanali. – prosegue il documento – Ogni destinatario potrà partecipare ad un solo percorso di politica attiva nelle modalità del tirocinio di inclusione sociale. Al singolo tirocinante competerà un’indennità mensile pari a 500 euro, erogata bimestralmente, per un contributo massimo totale concedibile pari a 6.000 euro”. Per ogni tipo di chiarimento è possibile rivolgersi al responsabile del Settore 1 – Affari generali, il dottor Antonio Condello.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares