Tempo di lettura 2 Minuti

E’ stato realizzato da Bruno De Masi che in tre minuti ha tentato di raccontare la bellezza e la storia della suggestiva città del Vibonese

SORIANO CALABRO (VV) – Una Soriano Calabro che non ti aspetti, dal cuore antico ma capace di proiettarsi nel futuro. Il borgo, con la sua storia e le sue bellezze, è l’indiscusso protagonista del cortometraggio “Soriano Calabro. Arte e cultura”. Il video, realizzato da Bruno De Masi, giovane studente del liceo scientifico “Machiavelli” di Soriano Calabro, è stato prodotto per il primo concorso nazionale “Un corto per la tua città” indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’associazione “Mecenate 90” in collaborazione con l’associazione “Cinemadamare”.

GUARDA IL VIDEO

Un percorso nei colori della terra calabrese, nei mestieri dimenticati, nella magnificenza degli edifici di culto, nei luoghi simbolo di una cittadina multiforme. Una tradizione salda, ben ricostruita attraverso le immagini del mercato, dei lavori nelle botteghe e nelle case delle massaie. La propria città, il proprio territorio di appartenenza rappresentano, come ha sottolineato il giovane, una fondamentale opportunità educativa, una preziosa occasione di conoscenza e arricchimento culturale che la scuola ha il ruolo di promuovere e sostenere: « Ho cercato di descrivere in soli 3 minuti – ha sostenuto Bruno – gli aspetti che maggiormente caratterizzano Soriano Calabro, un borgo calabrese ricco di storia, arte, cultura e tradizioni, cercando di cogliere le diverse situazioni di vita urbana, con particolare attenzione agli aspetti relativi alla convivenza civile, ai suoni, all’aspetto antropologico, ai luoghi con profili caratteristici, a storie di vita quotidiana».

Un repertorio ricchissimo di spunti, nel quale spiccano: il convento di san Domenico e la relativa tela acheropita, ad oggi venerata con profonda devozione. La partecipazione al Concorso nazionale, che ha avuto il merito di sollecitare gli studenti all’utilizzo di un linguaggio cinematografico per raccontare gli elementi identificativi del proprio paese, è stata fortemente supportata dall’insegnante Emanuela Perri, dal dirigente scolastico dell’Istituto omnicomprensivo di Soriano Calabro, Licia Bevilacqua, e dai compagni di classe di Bruno (classe IV del Liceo scientifico): Giuseppe Campisi, Francesco Chiera, Carmelo Giofrè, Mattia Tosto e Martina Barto lotta.

In gara con altri altrettanto creativi lavori pervenuti da più parti d’Italia, il cortometraggio dedicato a Soriano potrà essere votato fino al 31 luglio accedendo al sito: «Speriamo –ha continuato De Masi- che con il sostegno di tanti altri, questo mio lavoro possa confermare l’attuale primo posto in classifica e vincere questo concorso nazionale per dare ancora più lustro alla mia scuola e al mio paese e alla Calabria».

Nella città di appartenenza, in collaborazione con “Cinemadamare”, infatti, si terrà la manifestazione di presentazione e premiazione del corto cinematografico vincente.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA