Tempo di lettura < 1 minuto

Da più di due anni senza rinnovo del Contratto Nazionale, nubi ancora più pesanti sul futuro dei lavoratori e, così, anche la società addetta alla raccolta rifiuti in provincia di Avellino, IrpiniAmbiente, incrocia le braccia per altre 24 ore e scende in strada per gridare la drammatica situazione lavorativa.

Al fianco degli operatori tutte le categorie sindacali che, partendo dalla sede dell’Unione degli industriali, hanno manifestato megafoni alla mano arrivando fino alla Prefettura di Avellino.

In quella sede i sindacalisti hanno incontrato il Prefetto Carlo Sessa e si è in attesa di capire se ci sono ancora i margini per una soluzione che scongiuri il licenziamento, ormai sempre più certo, dei lavoratori irpini. 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •