Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – I socialisti irpini si sono dati appuntamento al Cinema Partenio per vedere insieme ‘Hammamet’, il film in cui il regista Gianni Amelio racconta gli
ultimi anni di Bettino Craxi. A rispondere all’appello lanciato dalla federazione sono stati in molti, tra esponenti storici e attuali del partito, nostalgici o semplici curiosi. Tra chi il film l’ha visto c’è Enzo Maraio: Quello di Gianni Amelio è un film e i film non possono né riscrivere né cambiare la storia. Le fiction sulle cose vere lasciano sempre un retrogusto amaro, specialmente in chi quella storia l’ha vissuta personalmente.
In “Hammamet” ci sono una straordinaria interpretazione di Favino e una buona capacità del regista di far emergere il lato umano – non storico e non politico – di un leader del 900 che oggi, grazie anche a questo film, torna centrale nel dibattito italiano. E questa è già una straordinaria opportunità per noi.

Due cose ho apprezzato: Craxi come emblema della forza totalizzante della politica – una vita e persino la morte per la politica. E la dignità dell’uomo, filo conduttore di tutto il film.
Un film sarà sempre divisivo, al punto che alcuni lo giudicheranno pessimo, altri magistrale.
Ma è pur sempre un film. Il rilancio del socialismo, partendo anche da qui, è un compito che spetta a noi. L’Italia ne ha bisogno”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •