Tempo di lettura < 1 minuto

 Botte con un bastone di ferro, acqua bollente sulla schiena, ma anche offese, abusi davanti ai tre figli, tutti minorenni. E’ quanto ha subìto una donna per tanto tempo: arrestato, a Casola di Napoli, il marito.
    L’uomo, con precedenti per spaccio ed evasione, è ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia aggravati e lesioni personali ai danni della moglie. L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica e condotta dai carabinieri della stazione di Gragnano mediante la meticolosa acquisizione delle denunce da parte della vittima e la raccolta di numerose testimonianze anche di personale medico, ha consentito di accertare le responsabilità dell’indagato che ha percosso e offeso la moglie, costretta più volte a lasciare il tetto coniugale. Ricostruiti anche due episodi di violenza consumatasi all’interno delle mura domestiche nel corso dei quali la donna è stata colpita con un bastone in ferro e fatta oggetto del lancio di acqua bollente alla schiena con ustioni di II grado.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •