X

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – “Al posto di fare il cabarettista e provare a levare il posto al suo imitatore Crozza, il presidente De Luca doveva pensare a difendere i medici e il personale infermieristico schierati in prima linea in questa emergenza sanitaria da Covid-19. Si è mandato in guerra un esercito senza munizioni, come in Irpinia, dove il caso del centro Minerva di Ariano Irpino poteva essere evitato”. Lo afferma, in una nota, il segretario nazionale di Alleanza di Centro, Francesco Pionati, che aggiunge: “I primi controlli dovevano essere fatti nelle strutture per anziani e invece qualcuno se ne è dimenticato. Se De Luca avesse rimosso sin da subito chi non era all’altezza del compito, avrebbe evitato un nuovo focolaio e dimostrato di essere persona seria. Ha, invece, perso l’ennesima occasione dimostrando di non essere indipendente, ma legato ad interessi, tenendo conto che in un’emergenza ha tenuto più agli accordi elettorali con De Mita che alla salute dei cittadini. Ecco perché, quando saremo alla guida della Regione con Caldoro, propongo per De Luca la presidenza del San Carlo. Ha una vocazione nel fare teatro e far ridere la gente”, conclude Pionati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares