Tempo di lettura 2 Minuti

Napoli – Un flash mob per la Biblioteca comunale sita in via Nicola Nicolini n. 54 per sollecitare il Comune di Napoli a valorizzare il luogo della cultura, punto di riferimento di tanti giovani del Quartiere di San Carlo all’Area, e per difendere dal rischio di chiusura tutte le Biblioteche comunali. L’iniziativa si è svolta, oggi, a Napoli, davanti alla sede della Biblioteca, su iniziativa della dirigente nazionale di FdI, Gabriella Peluso, e con la partecipazione dei dirigenti del partito di Giorgia Meloni, Maria Flocco e Salvatore Ronghi, entrambi nativi del quartiere.

“La Biblioteca comunale del quartiere di San Carlo all’Arena è un punto di riferimento fondamentale per tanti giovani del territorio che la utilizzano per studiare ed approfondire i loro studi grazie all’immenso patrimonio librario disponibile e, per questo, il Comune di Napoli deve fare il massimo sforzo per potenziare il personale in essa impiegato  e  garantire  la  sua  continuità”  –  ha sottolineato Peluso, che ha aggiunto: “l’identità, la cultura e i valori sono alla base del nostro progetto politico per la Regione Campania e per la città di Napoli e da essi il nostro territorio potrà rinascere e ripartire in termini economici e sociali”.

“Il quartiere di San Carlo all’Arena necessita di cultura e di luoghi di aggregazione culturale e sociale, nonché di una buona amministrazione che punti sui valori, sui servizi, sulla valorizzazione e sul rilancio economico del territorio – ha evidenziato Flocco – per la quale “questo territorio paga il prezzo della mala politica della sinistra, che lo ha, da sempre, abbandonato, e delle illusioni offerte dai 5 stelle, che ne hanno strumentalizzato il disagio sociale”.

“La rinascita del quartiere di San Carlo all’Arena può essere determinata solo dal progetto politico della destra, che, oggi, è rappresentata e riunita da Giorgia Meloni e da Fratelli d’Italia – ha rimarcato Ronghi – perché questo territorio necessita della politica della identità e dei valori e di strumenti concreti per creare vivibilità ed economia. Per questo, siamo in campo, come FdI e come centrodestra, al fine di vincere alla Regione Campania ed innescare, anche a Napoli, la svolta totale per il lavoro, l’ambiente, i trasporti, il turismo, e per dare alla nostra città e al nostro quartiere un’amministrazione all’altezza del compito che valorizzi San Carlo all’Arena e lo trasformi in un luogo di richiamo turistico, per la sua storicità e per la sua socialità, rilanciando, così, le attività artigianali e commerciali della zona”. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •