X

Tempo di lettura < 1 minuto

Avrebbe pagato il mutuo di casa prelevando 30000 euro da un conto di un’azienda speciale della Camera di Commercio dedicato alla promozione all’estero dei vini salernitani d’eccellenza. Con l’accusa di peculato e falso, è finito agli arresti domiciliari Antonio Luciani, vicesegretario generale vicario e dirigente Area finanze affari generali e gestione risorse umane della Camera di Commercio di Salerno. Nel corso dell’operazione la Guardia di Finanza ha sequestrato beni per oltre 500mila euro. Una decina gli indagati coinvolti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares