Tempo di lettura < 1 minuto

SALERNO – L’accorpamento del  Parco archeologico di Velia a quello di Paestum  rappresenta per la CISL FP di Salerno un importante traguardo raggiunto. Il sindacato, in questi ultimi anni, dopo il passaggio  di Velia al Polo Museale della Campania,  si è fatto “sentire” in tutte le sedi istituzionali, pur di riportare in provincia di Salerno la direzione operativa del Parco. Con pochi fondi ordinari era impensabile gestire un sito (Unesco) cosi importante, addirittura distante centinaia di Km da Napoli. 

   Con il forte impegno dei colleghi  del coordinamento nazionale della CISL FP Beni Culturali, finalmente si è raggiunto l’obiettivo. L’autonomia di Velia con l’accorpamento al Parco Archeologico di Paestum  – conclude Michele Faiella, dirigente delle Funzioni Centrali della CISL FP di Salerno – viene salutata con enorme soddisfazione ed è il coronamento finale di un impegno collettivo, a tutti i livelli, del sindacato cislino. (Nella foto Michele Faiella con il coordinatore nazionale della CISL FP Beni Culturali, Giuseppe Nolè.)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •