La cittadella regionale sede della Regione Calabria

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 Minuti

La Regione Calabria ha emanato l’avviso pubblico per la concessione di contributi regionali finalizzati alla realizzazione e riqualificazione di impianti sportivi di proprietà degli enti pubblici e delle società a capitale pubblico.

L’avviso in particolare prevede la concessione di contributi per 3 linee di intervento individuate allo scopo di perseguire i seguenti obiettivi:

  • a) l’adeguamento o il miglioramento degli impianti sportivi esistenti agli standard di sicurezza e l’abbattimento delle barriere architettoniche, nel rispetto dell’ambiente naturale;
  • b) il recupero funzionale, la ristrutturazione, l’ampliamento il potenziamento degli impianti sportivi esistenti, per migliorarne l’utilizzazione e per favorirne la gestione tecnica, funzionale ed economica;
  • c) la realizzazione di nuovi impianti sportivi nei territori in cui risultano insufficienti sulla base dell’ultimo censimento del Comitato olimpico nazionale italiano (Coni).

Base giuridica e forma dell’aiuto

L’investimento oggetto dell’agevolazione dovrà essere realizzato e localizzato nel territorio della Regione Calabria.

L’avviso prevede la concessione di un aiuto sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

La Regione può altresì concedere, per la realizzazione del medesimo progetto che beneficia del contributo, un aiuto in forma di contributo in conto interessi per mutui accesi dai beneficiari presso l’istituto di credito sportivo (Ics).

Dotazione finanziaria

Per il perseguimento delle finalità dell’iniziativa è messa a disposizione una dotazione finanziaria superiore a 10 milioni di euro per l’erogazione di contributi in conto capitale, nonché ulteriori risorse pari a 980 mila euro assegnate a copertura della prima annualità di un programma quindicennale per il pagamento dei contributi in conto interessi sui mutui concessi dall’istituto per il credito sportivo. Per ciascuna linea di intervento le risorse a disposizione sono ripartite come segue:
a) 2.565.500 euro per la linea 1;
b) 2.565.500 euro per la linea 2;
c) 5.131.000 euro per la linea 3.

Le risorse finanziarie potranno essere integrate mediante eventuali dotazioni aggiuntive nel rispetto delle caratteristiche ed entità dell’aiuto, al fine di aumentare l’efficacia dell’intervento finanziario, mediante scorrimento della graduatoria.

Requisiti dei beneficiari

Possono presentare la domanda:
1) gli enti pubblici;
2) le società a totale partecipazione pubblica che abbiano nell’oggetto sociale la gestione di impianti sportivi.
Gli enti pubblici possono presentare una sola domanda di contributo per ciascuna delle 3 linee di intervento. Qualora uno stesso soggetto presenti più di una domanda a valere su una stessa linea di intervento tutte le domande saranno considerate inammissibili.

Forma e intensità del contributo

Gli aiuti sono concessi nella forma di contributo in conto capitale secondo le linee di intervento. In particolare i finanziamenti concedibili sono i seguenti:

  • a) linea di intervento 1: intensità massima di aiuto pari al 60% del costo dell’intervento e fino a un importo massimo di contributo concedibile pari a 42 mila euro;
  • b) linea di intervento 2: intensità massima di aiuto pari al 50% del costo dell’intervento e fino a un importo massimo di contributo concedibile pari a 100 mila euro;
  • c) linea di intervento 3: intensità massima di aiuto pari al 40% del costo dell’intervento e fino a un importo massimo di contributo concedibile pari a 1,5 milioni di euro. I contributi non sono cumulabili con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari per le stesse spese ammissibili.

Le domande saranno finanziate fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Presentazione delle istanze e scadenza

Le domande devono essere inoltrate esclusivamente via pec all’indirizzo edilizia.llpp@pec.regione.calabria.it.

L’oggetto della pec deve necessariamente iniziare con la sigla ISPRIV0919.

Il modulo, compilato in ciascuna delle parti, deve essere firmato con firma autografa dal legale rappresentante del richiedente il contributo.

La scadenza è fissata per le ore 23,59 del giorno 11 novembre 2019.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •