Tempo di lettura 2 Minuti

CROTONE – I calabresi sono litigiosi, lo certifica una classifica del Sole24ore che mette in evidenza come le cinque province calabresi siano tutte entro i primi 16 posti a livello nazionale per numero di cause in rapporto al numero di abitanti. I dati sono del ministero della Giustizia e sono riferiti al 2012 sulle cause civili e penali e delle Finanze sulle commissioni tributarie aggiornate al 2013. Le province calabresi, come detto, sono tra le prime 16 della classifica generale. La prima è Reggio con 100,8 nuove cause avviate in primo grado ogni mille abitanti, seguita da Catanzaro terza con 95,4, Cosenza undicesima, con 85,7; Crotone, dodicesima a livello nazionale con un indice di 85,6, e Vibo che, invece, è sedicesima, con 84,3.

Scorporando i dati tra processi civili, giudizi penali e liti fiscali, emerge che, nei processi civili, i più litigiosi sono i reggini, quarti con 60,3 procedimenti di primo grado avviati nel 2012. A seguire si trovano la provincia di Catanzaro, nona con 55,8, quella di Crotone, dodicesima con 51,5, Cosenza, sedicesima con 50,2, e Vibo Valentia, trentacinquesima con 45. 

Sul fronte penale, Catanzaro occupa la quinta posizione avendo avviato, nel 2012, 32,7 procedimenti ogni mille abitanti; Vibo l’ottava con 31,6; Reggio la decima con 30,6; Crotone la diciassettesima con 28,5 e Cosenza la ventunesima con 27,5. 

In materia fiscale, Reggio è seconda con 9,9 nuovi ricorsi presentati nel 2013, Cosenza ottava con 8, Vibo decima con 7,7, Catanzaro dodicesima con 6,8 e Crotone quindicesima con 5,5. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •