Tempo di lettura 2 Minuti

Il sindaco di Rende, Vittorio Cavalcanti, in occasione della prima riunione del Consigli comunale dopo le amministrative del maggio scorso, ha annunciato i nomi che andranno a comporre la nuova Giunta. Gli assessori sono: Franco Rubino, preside della Facoltà di Economia dell’Unical (Finanze e Bilancio); Carmelo Gallo, che aveva già ricoperto ruoli di prestigio nel comune (Lavori Pubblici); Maria Francesca Amendola, non nuova ad esperienze amministrative a Cosenza (Welfare); Franco Rossi, docente universitario (Urbanistica); Alessandro De Rango, consigliere eletto in quota Pd (al suo posto entra in consiglio il primo dei non eletti, Pranteda Francesco), (Personale); Cesare Loizzo, già consigliere comunale, (Spettacolo, sport e turismo).
Nel suo discorso Cavalcanti ha ribadito l’apertura verso l’opposizione: «abbiamo il dovere di governare con impegno e dedizione per onorare la fiducia accordataci dai cittadini. Anche l’opposizione dovrà farlo. Contestando, ma anche proponendo». «Il livello dei sevizi – ha proseguito – è già elevato ma, secondo la buona tradizione riformista, questo livello dovrà essere confermato e migliorato. Le spese inutili e gli sprechi non troveranno asilo nel nostro comune e lavoreremo, al contrario, per farci trovare pronti dal federalismo fiscale. Avvieremo una manutenzione puntuale e profonda del territorio: cura del verde del strade e della pubblica illuminazione, non solo nelle zone centrali ma anche in quelle residenziali. Dimostreremo che il centro storico può avere un futuro». Nel corso del consiglio comunale, presieduto in un primo momento da Sandro Principe quale consigliere eletto col maggiore numero di voti, è stato eletto il nuovo Presidente dell’assemblea. Con 18 voti su 25 (le altre schede sono state così distribuite: 8 voti per Principe e 3 schede bianche) è stato riconfermato Emilio Chiappetta.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •