Tempo di lettura < 1 minuto

CROTONE – Francesco Macrì non ce l’ha fatta. Non gli ha lasciato scampo uno dei numerosi colpi d’arma da fuoco che lo hanno raggiunto mentre si trovava seduto davanti ad un bar del centro di Crotone. L’agguato è avvenuto lunedì sera (LEGGI) e le sue condizioni erano critiche. I medici dell’ospedale di Crotone lo avevano sottoposto ad un lungo intervento chirurgico, in particolare per cercare di rimuovere il proiettile calibro 22 finito nei pressi del fegato. Altri avevano raggiunto il femore, il braccio e la zona pubica.

Chi ha sparato contro Francesco Macri non si è risparmiato, nè si è lasciato intimidire dal fatto che in strada ci fossero diverse persone e altre si trovassero all’interno del bar di via Reggio, scenario della tragedia. Macrì aveva 73 anni e il movente dell’agguato è ancora misterioso. Sulla vicenda sta indagando la Squadra Mobile della questura di Crotone. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •