Tempo di lettura < 1 minuto

CROTONE – Avrebbero messo su un sistema di false fatturazioni con l’obiettivo di ottenere un finanziamento di circa 137 mila euro come contributo a valere sui fondi europei per lo sviluppo rurale, con l’accusa di truffa la Guardia di finanza di Crotone ha denunciato il titolare di un’azienda agricola e due fornitori ed ha chiesto il sequestro della somma allertando anche la Corte dei conti.

Nel corso delle indagini è emerso che in un caso il fornitore, già conosciuto dalla Guardia di finanza per vicende relative a fatture false, aveva presentato le dichiarazioni fiscali ma non aveva provveduto al versamento dell’Iva dovuta per un ammontare di circa 108.000 euro. Il secondo fornitore, legato da vincoli di parentela con il cliente, avrebbe effettuato le prestazioni pur risultando percettore dell’indennità di disoccupazione agricola e successivamente alla chiusura della propria partita Iva.

I finanzieri hanno quindi controllato i flussi finanziari dall’impresa agricola ai due fornitori. Dalle verifiche è emerso che i due fornitori hanno restituito il denaro all’imprenditore, in alcuni casi anche con l’utilizzo di titoli di credito. Al termine delle indagini le tre persone coinvolte sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Crotone per truffa aggravata. Uno dei fornitori è accusato anche di omesso versamento di Iva.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •