Tempo di lettura < 1 minuto

SERRA SAN BRUNO (VV) – Un imprenditore, proprietario dell’agriturismo “Fondo dei baroni” Domenico De Paola, insieme a due dipendenti – Domenico Randó è Immacolata Timpano – ha iniziato lo sciopero della fame ad oltranza incatenandosi davanti la sala giunta del municipio di Serra San Bruno. I tre, protestano contro il mancato pagamento delle spettanze inerenti del progetto “Pitagora mundus”.
L’agriturismo aveva ospitato 26 egiziani per la permanenza nello scorso anno per un totale di 5 mesi. Secondo quanto dichiarato dall’imprenditore “non abbiamo più soldi per mandare avanti le nostre famiglie e la nostra impresa. A fronte di un credito di 32mila euro, ho urgente bisogno di 10mila euro”. Questa la richiesta fatta al primo cittadino della cittadina della Certosa, Bruno Rosi, che si è messo in comunicazione con dirigenti dell’Iscapi, ideatore del progetto. Il sindaco si è detto disponibile ad una soluzione ma l’imprenditore ha risposto di non voler sentire “più parole”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •