Tempo di lettura 2 Minuti

SOSPESO per dieci giorni dal lavoro e dalla corresponsione dello stipendio.
E’ questo il provvedimento che le Fal hanno preso nei confronti del dipendente che nei giorni scorsi è stato ripreso mentre offendeva alcuni extracomunitari. 261379Il video era stato messo in rete su You Tube. Ieri pomeriggio, nella conferenza che il presidente delle Fal ha tenuto a Bari, l’azienda ha spiegato dettagli e scelte sulla vicenda. «Fin da subito – ha spiegato il presidente Colamussi – abbiamo preso le distanze come azienda dal comportamento del nostro dipendente 261379ripreso nel video mentre discuteva animatamente con un gruppo di extracomunitari sprovvisto di biglietti utilizzando espressioni decisamente censurabili.
Tuttavia, non essendo immediatamente individuabili nel video né il treno né tantomeno l’identità del dipendente, abbiamo avuto bisogno di qualche giorno di tempo per effettuare le nostre verifiche». Anche grazie all’aiuto dei sindacati e degli internauti di Facebook. «Il protagonista del grave episodio, un capotreno – ha continuato il presidente – mi ha scritto una lettera dicendosi pentito del suo comportamento offensivo nei confronti degli extracomunitari e lesivo dell’immagine della nostra azienda». Tuttavia «non posso non notare come questo episodio sia stato purtroppo strumentalizzato da qualcuno che aveva interesse a screditare le Fal, lasciando intendere che il comportamento di un singolo dipendente fosse espressione quasi di una linea aziendale».

Sull’edizione del Quotidiano di oggi maggiori dettagli sulla vicenda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •