Tempo di lettura < 1 minuto

RENDE (Cosenza) – Un’area contenente circa 40 mila metri cubi di rifiuti prodotti in passato dall’ex complesso industriale Legnochimica, è stata sequestrata a Rende dal Corpo forestale dello Stato. Il materiale era stoccato da anni su un terreno dell’ex azienda nell’ex area industriale di località Magdaloni e su un altro limitrofo. Malgrado fosse stata avviata l’attività di rimozione dei rifiuti da parte di un’impresa, le indagini hanno accertato che i rifiuti stoccati non erano solo i sottoprodotti della lavorazione del legno che veniva effettuato nell’azienda ma assieme a quelli c’era anche una mescolanza di rifiuti di varia natura classificati come speciali e che si trovavano in stato di completo abbandono. In pratica, secondo quanto appurato dagli investigatori, quello che doveva essere in origine un deposito temporaneo era diventato una vera e propria consistente discarica.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •