Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Nuovo caso di cyberbullismo in Campania. Stavolta oggetto di insulti del web è stata una giovane vigilessa di Napoli.

La foto della donna, ignara di tutto, è finita sulla pagina Facebook dell’ irriverente gruppo “Sesso Droga e Pastorizia”  e subito una valanga di insulti sessisti, di offese e di volgarità sono state rivolte contro questa donna, immortalata mentre  stava semplicemente svolgendo il suo lavoro.

La foto, scattata furtivamente, non era stata autorizzata dalla donna nè, ovviamente, la giovane agente della polizia locale di Napoli era a conoscenza della pubblicazione della stessa sul gruppo Facebook.

La sua immagine è bastata a scatenare la volgarità del web, con offese ed insulti che facilmente si possono immaginare.

Immediata la reazione del corpo della Polizia Municipale di Napoli: la denuncia per tutelare la giovane vigilessa è scattata appena la vicenda è diventata pubblica e prima che l’immagine della donna venisse ulteriormente lesa.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •