L'arresto dei carabinieri su ordine del gip del Tribunale di Potenza (foto)

Tempo di lettura < 1 minuto

Trasferito in carcere un 23enne già ai domiciliari per altri motivi. Il colpo il 6 febbraio scorso

VENOSA (PZ) – Ritenuto responsabile, attraverso «schiaccianti fonti di prova», di una rapina in una tabaccheria di Venosa (PZ), avvenuta il 6 febbraio scorso, un giovane di 23 anni è stato arrestato dai Carabinieri su ordine del gip del Tribunale di Potenza. La rapina, a mano armata, fu compiuta da due uomini (con il viso coperto da passamontagna) ma non è escluso che un complice sia rimasto fuori dal negozio a fare da «palo».

I rapinatori si fecero consegnare l’incasso della giornata e scapparono a piedi, facendo perdere le tracce. Durante le indagini, i Carabinieri hanno raccolto elementi di responsabilità a carico del giovane, che venne in un primo tempo denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica. L’indagato, che era agli arresti domiciliari per altri motivi, è stato trasferito in carcere.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •